16 dicembre 2018

La lista degli insetti commestibili

Entomofagia è una parola che sta diventando sempre più comune e per capirne il significato ci viene in aiuto il greco: “entomofagia” è una parola composta da éntomos, “insetto”, e phăgein, “mangiare”.

Il regime alimentare che prevede di mangiare gli insetti, considerati come un alimento qualsiasi, sta prendendo piede in tutta Europa, e, anche se in misura minore, anche in Italia.

Per moltissime specie animali, mangiare insetti è una cosa normalissima; dal punto di vista “umano”,
invece, la situazione diventa critica e i pregiudizi sono tantissimi.
In realtà, però, in alcuni paesi l’entomofagia non è nulla di così nuovo o strano.

Sono esempi lampanti zone come l’America centrale e meridionale, l’Africa, l’Asia o l’Australia. Inoltre dobbiamo anche ricordare che l’entomofagia ha origini preistoriche, dunque precedenti alla caccia e alla coltivazione, e in passato era diffusa anche in Europa.


Ma quali sono gli insetti più mangiati nel mondo ?


Non è possibile fare una lista completa degli insetti commestibili, questo perché in diversi paesi si mangiano moltissime specie di insetti: si stima che l’elenco degli insetti commestibili contenga circa 2000 tipi di insetti.

Secondo alcune statistiche riportate dal FAO, gli insetti mangiati con più frequenza sono cavallette, grilli, termiti, formiche, larve e camole della farina, falene, ragni, e scorpioni.

In Thailandia, ad esempio, i mercati cittadini sono pieni di bancarelle che vendono insetti cotti in qualsiasi modo: tarantole fritte, spiedini di scorpioni, larve bollite o camole arrostite sono comuni e serviti ovunque.

Verso le zone dell’Angola invece si mangiano le termiti e in Nigeria una larva simile al baco da seta è
considerata una prelibatezza.

Vogliamo infine parlare della Cina?
Qui l’entomofagia è parte della vita di tutti i giorni, grazie al normale consumo di cavallette, scorpioni, api o vespe.



Quali sono gli insetti commestibili più mangiati in Europa?


Nel nostro continente ha “aperto le danze” a questo regime alimentare l’Olanda, primo Stato,
appunto, che ha avviato dei veri e propri allevamenti di grilli e cavallette da sfruttare sia come mangime per animali che come comune alimenti da mettere quotidianamente a tavola.

Oggi i supermercati olandesi vendono barrette di cioccolato, pasta e altri alimenti composti in parte anche da insetti.

L’autorità Belga ha stilato una lista di insetti che possono essere mangiati liberamente: camole della
farina, cavallette, le locuste del deserto Americane, i grilli e altre tipi di larve commestibili.

Anche la Svizzera ha recentemente approvato una lista di insetti commestibili.

Altri paesi come la Danimarca, la Finlandia, la Francia e il Regno Unito sono molto aperti e gli insetti possono essere già tranquillamente trovati nei negozi.

Quali sono gli insetti commestibili più mangiati in Italia?


Purtroppo, se in Europa l’entomofagia sembra avere dei notevoli tassi di crescita, l’Italia in questo caso continua ad arrancare, nonostante dal primo gennaio del 2018 sia diventato operativo il pacchetto di norme approvato nel novembre del 2015: il regolamento Europeo su alimenti nuovi (“Novel Food”).

Il problema principale come spesso capita in Italia è la rigidità normativa, che vieta la produzione e commercializzazione di questo tipo di alimenti bloccando di fatto il mercato fino a quando il regolamento Novel Food non sarà pienamente operativo egli insetti certificati a livello Europeo.

Il rischio, come accade troppo spesso è che le imprese italiane interessate a questo settore perdano il treno o siano costrette a partire con notevole ritardo rispetto alle corrispondenti imprese di altri paesi europei, che negli ultimi anni si stanno moltiplicando e stanno crescendo come dimensioni e mercato.

Comunque, per chi è interessato, gli insetti commestibili o i prodotti che li hanno tra gli ingredienti sono liberamente in commercio online nel nostro continente già da qualche mese e possono essere tranquillamente acquistati anche dall'Italia.
L'acquisto di insetti commestibili online per il momento è l'unico sistema possibile, in attesa che anche in Italia gli insetti edibili possano essere venduti nei negozi.

E la scelta tra questi alimenti è molto vasta: larve, grilli e cavallette, sotto forma di farina, utilizzati per molti prodotti o aromatizzati con moltissimi gusti: BBQ, spezie greche, paprica e molti altri.

Tu cosa preferisci?

Nessun commento:

Posta un commento